traffic-lights-2826891_960_720Ognuno di noi può fabbricare miracoli e ciò ha senza dubbio a che fare con il sincrodestino ovvero con la capacità di cogliere le coincidenze e farsi guidare.

Spesso ci ritroviamo schiavi dell’abitudine, comportandoci in maniera prevedibile giorno dopo giorno. Prigionieri di determinati modelli mentali, ci limitiamo ad avanzare in maniera automatica. In che modo possono accadere i miracoli se continuiamo a vivere senza prestare attenzione a nulla, senza riflettere e del tutto inconsapevoli?

Simili a cartelli stradali, le coincidenze attirano la nostra attenzione sugli elementi più importanti della nostra vita, quasi fossero istantanee di ciò che accade al di là delle distrazioni della quotidianità.

Ecco il racconto di come Deepak Chopra ha cambiato la sua vita nel momento in cui ha dato ascolto alle coincidenze che gli stavano indicando la giusta direzione da seguire.

Quando stavo per terminare la mia specializzazione medica, sviluppai un forte interesse per la endocrinologia, lo studio cioè delle sostanze chimiche presenti nel cervello… Presentai dunque una domanda di borsa di studio per poter seguire uno degli endocrinologi più affermati al mondo, impegnato in un lavoro degno del premio Nobel.  Ero ansioso di imparare da quel luminare, e tra migliaia di candidati fui tra i sei fortunati scelti per lavorare con lui quell’anno. In breve tempo mi resi conto che il suo laboratorio era incentrato più sulla gratificazione del suo ego che sulla scienza vera e propria. Noi tecnici venivamo trattati come robot e non dovevamo far altro che produrre a getto continuo ricerche e studi da pubblicare. Era un compito noioso e privo di soddisfazioni…

Ogni mattina leggevo le offerte di lavoro pubblicate sul Boston Globe …un giorno vidi un piccolo annuncio per un posto presso il pronto soccorso di un ospedale locale. In seguito, tutti i giorni aprivo il giornale e mi imbattevo in quell’inserzione. Anche se stavo solo scorrendo rapidamente le pagine, quelle poche righe non mi sfuggivano mai, ma le leggevo e poi le dimenticavo in fretta.

Nel profondo del mio essere potevo vedere me stesso al lavoro in un pronto soccorso, impegnato ad aiutare persone in difficoltà invece di iniettare medicinali vari a cavie e topi, però il mio sogno era stato quello di ottenere l’incarico con il famoso endocrinologo.

Un giorno lo studioso mi apostrofò in tono crudele e beffardo, tra noi ci fu un deciso scambio di idee, e in seguito me ne andai nell’atrio per smaltire l’arrabbiatura. Su un tavolo c’era una copia del Boston Globe, aperto alla pagina di quello stesso annuncio su cui sorvolavo ormai da settimane.

La coincidenza era troppo eclatante per essere ignorata ancora. Finalmente ogni cosa andò al suo posto. Seppi di essere nel posto sbagliato a fare la cosa sbagliata. Non sopportavo più la routine, l’ego di quel barone, i topi e la sensazione di non agire affatto secondo il desiderio del mio cuore. Tornai dunque in ufficio e diedi le dimissioni. Il celebre scienziato mi seguì nel parcheggio, urlando a gran voce che la mia carriera era rovinata, e che si sarebbe premurato di fare in modo che nessun altro mi assumesse più.

Con la sua voce che mi echeggiava ancora nelle orecchie, mi recai direttamente in quell’ospedale, feci domanda e iniziai a lavorare quel giorno stesso.

Per la prima volta potevo aiutare i pazienti che soffrivano davvero. E, per la prima volta da tempo immemorabile, ero felice.

L’annuncio sul giornale aveva richiamato per settimane la mia attenzione ma io l’avevo ignorato. Solo quando avevo notato la coincidenza ero stato in grado di modificare la mia esistenza.

Anche se il lavoro in laboratorio sembrava essere quello che avevo sempre sognato, prestare attenzione a quella coincidenza mi aiutò a uscire dai miei modelli comportamentali ormai obsoleti.

Era un messaggio destinato a me, il mio cartello stradale personale.

Comprendendo il mondo dell’anima, sincronizzando eventi apparentemente acasuali plasmiamo il nostro sincrodestino.

 

Liberamente tratto da  ‘Le Coincidenze’ di Deepak Chopra

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi