Spesso come donne ci sentiamo in dovere di essere premurose, responsabili per la famiglia, per il partner, per i figli…ci carichiamo di pensieri, di obblighi e sensi di colpa.

C’è chi tiene duro e persevera per una vita e c’è chi ad un tratto sbotta.

In qualsiasi situazione ti trovi puoi avere la certezza che è il punto giusto da cui ripartire. Se in questo preciso istante hai la sensazione che le cose attorno a te non vadano assolutamente come vorresti o guardandoti allo specchio non ti riconosci più, puoi decidere di cambiare. Puoi scegliere, qui e ora, di stare bene. Puoi scegliere come sentirti.

Certo non puoi pretendere che le cose cambino se continui a comportarti come hai sempre fatto! Le abitudini, anche mentali, i pensieri ricorrenti sono le cose più difficili da abbandonare.

Cambiare richiede coraggio. Il tuo partner potrebbe scocciarsi, rivolere quella che eri prima, il tuo datore di lavoro potrebbe pressarti o licenziarti, i tuoi figli pensare che sei un’egoista… quanto sei disposta a perdere, a lasciarti alle spalle?

Forse dovrai subire il giudizio dei vicini e dei conoscenti, magari perdere degli amici…ma strada facendo, rimanendo fedele a te stessa e al richiamo della tua anima, te ne farai di nuovi.

Intorno ai quarant’anni una donna comincia a chiedersi “ma è tutto qui?? Deve esserci qualcos’altro, qualcosa di più”. Ecco che scatta una molla che ci può rendere libere. Capiamoci: non per avventure o distrazioni, ma libere di esprimerci, di coltivare le nostre passioni e i nostri talenti, andando a scovarli, mettendo noi stesse prima di tutto il resto. Libere di prenderci la responsabilità di noi stesse, dei nostri umori, del nostro piacere, delle nostre azioni.

Scoprire chi sei diventa la questione attorno alla quale ruota tutto il resto.

Se ancora hai qualche dubbio, se pensi che non sia ancora il momento giusto, ricorda che solo una donna veramente felice e realizzata può rendere il mondo un posto migliore in cui vivere.

Spogliati delle tue credenze, delle tue convinzioni, smetti di colpevolizzarti e di censurare le tue emozioni. Se devi piangere piangi, se hai voglia di danzare danza, ringrazia il tuo passato per la donna che sei oggi e poi lasciatelo alle spalle. Il prossimo passaggio ti porterà in una destinazione tutta da scoprire.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi