Dove si trova il tuo Perineo?

da | Ott 14, 2016 | Articoli, Consapevolezza Sensoriale, Senza categoria | 0 commenti

donna in bici bianco e neroNormalmente una delle spiegazioni più utilizzate per definire il perineo è quella  di ”un punto tra l’ano e la vagina” eppure essa non è corretta essendo il perineo tanto altro rispetto ad un ‘punto’.

Non a caso uno dei primi passi che si fa quando si inizia a lavorare con questa parte del corpo è proprio quella di cominciare a percepirla ‘più grande’, espanderla, dato che viene vissuta come molto molto piccola.

Per dare una immagine precisa del luogo in cui si trova il tuo pavimento pelvico risulta utile l’ausilio di un bacino e di diverse tavole con immagini che lo possano mostrare in diverse posizioni.

Il perineo è infatti costituito da diverse fasce muscolari, più superficiali e più profonde, che si dispongono in diverse geometrie in modo da assicurare il perfetto funzionamento degli sfinteri e garantire un saldo appoggio a vescica, utero e retto.

anatoma-del-piso-plvico-18-728Per visualizzare il tuo Perineo Superficiale, che si trova proprio sotto l’epidermide!, immagina una linea che unisce i tuoi due ischi ( li puoi individuare facilmente da seduta mettendo le mani sotto le tue cosce, sono infatti le due ossa che spuntano prepotentemente e poggiano sulla sedia).

Immagina ora un’altra linea che collega il tuo pube al coccige (è la linea in cui si trovano clitoride, sfintere dell’uretra, vagina e ano). Questa linea, che forma un ’8′ attorno alla vagina e all’ano, nella tradizione taoista è chiamato muscolo Chi e dallo sviluppo di questo muscolo dipende il flusso dell’energia sessuale.

Queste due fasce che hai disegnato nel tuo corpo sono il tuo il Perineo Superficiale e si incrociano in un punto che viene chiamato “centro tendineo del Perineo”.

Questi sono i muscoli più esterni, ma ce ne sono altri disposti più internamente e più in alto che non è possibile raggiungere con le dita.

Se vuoi iniziare a prendere contatto con questi muscoli superficiali puoi divertirti a giocare come se volessi avvicinare i due ischi fra di loro oppure il pube al coccige (o il coccige al pube), con movimenti molto molto delicati e quasi impercettibili.

Se questo gioco non dovesse riuscirti o non ti dovesse piacere non scoraggiarti!

Ci sono giornate in cui ci riesce meglio una cosa piuttosto che un’altra, inoltre ci sono tante altre proposte di lavoro e ogni donna è libera di scegliere quella che è più in sintonia con lei in quel preciso momento.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi